Attualità

Lègami o legàmi? Un laboratorio sulla comunicazione in famiglia

La Redazione
È il titolo del primo laboratorio della formazione del settore adulti dell'Azione Cattolica diocesana per l'anno associativo 2021/2022, che si terrà il 24 novembre alle 19.30, nel centro parrocchiale Luisa Piccarreta
scrivi un commento 225

"Lègami o legàmi? La comunicazione in famiglia" è il titolo del primo laboratorio della formazione del settore adulti dell’Azione Cattolica diocesana per l’anno associativo 2021/2022, che si terrà il 24 novembre alle 19.30, nel centro parrocchiale Luisa Piccarreta, in via Leonello 9. Il laboratorio sarà animato dalla dottoressa Maria Grazia Quitadamo e da suo marito Marcello Di Bari. È rivolto agli animatori dei gruppi adulti, agli educatori dei gruppi giovani, ma anche a coloro che hanno a cuore il tema della famiglia e della Chiesa. È possibile accede all’incontro mediante iscrizione al modulo Google reperibile a questo link.

«Il tema della proposta – spiegano gli organizzatori – è la comunicazione nell’ambito della famiglia e della Chiesa e avrà un’attenzione particolare al dialogo intergenerazionale. Il laboratorio risponde alle sollecitazioni del processo sinodale avviato da papa Francesco sulla sinodalità; agli orientamenti pastorali della nostra Chiesa diocesana, che in questo secondo anno volgono l’attenzione alle famiglie e ai giovani e, alle istanze recepite dagli aderenti durante le occasioni di verifica del cammino associativo. 

Inoltre l’Equipe di lavoro del SA dell’AC diocesana ritiene che, la tematica proposta sia necessaria in virtù di alcuni fattori che hanno un’incidenza notevole sulla qualità della comunicazione positiva; tra questi è opportuno ricordare l’emergenza sanitaria, economica e umana che stiamo ancora vivendo. Essa ha contribuito ad alterare la percezione dei valori umani e cristiani, ha cambiato le abitudini, ha provato l’intera famiglia umana e, ha accelerato un cambiamento vertiginoso della comunicazione, che in molti casi non è, o rischia di non essere efficace. Una buona comunicazione genera relazioni sane e comunione, ed è mediatrice di Speranza. Dentro i cambiamenti epocali che stiamo vivendo il Settore Adulti, sente di essere chiamato alla corresponsabilità laicale, e attraverso la proposta formativa desidera proporre un’occasione di cura, di dialogo e di accompagnamento reciproco».

venerdì 19 Novembre 2021

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti