Cultura

Verso Sud, una piccola festa d’arrivederci

La Redazione
Il festival Verso Sud
Domenica 17 ottobre dalle 20.30 a Chiostra D'Onofrio, Verso Sud saluta la comunità con una piccola festa d'arrivederci, a chiusura delle produzioni culturali di questo periodo
scrivi un commento 496

Domenica 17 ottobre dalle 20.30 a Chiostra D'Onofrio, Verso Sud saluta la comunità con una piccola festa d’arrivederci, a chiusura delle produzioni culturali di questo periodo. L’appuntamento è gratuito e aperto a tutti, e vedrà la partecipazione di tutti gli artisti che hanno preso parte a questa edizione. Verso Sud, fedele alla sua vocazione che unisce poesia, letteratura e arte come linguaggi di connessione all’interno della comunità, ha programmato attività performative site specific, azioni di street art e progetti educativi multidisciplinari.

nn

Questa edizione del progetto è partita lo scorso giugno ed è arrivata fino a ottobre, suddivisa nelle sezioni: Teatro degli intonaci, ISS! Fest, Street Art & Santità, Verso Sud Edizioni, e Systema Naturae quest’ultimo in collaborazione con Radicamenti e Liceo Artistico Federico II e curato da Emanuele Poki, un esperimento di innesto tra arte, scienza e ambiente svoltosi in questi giorni in piazza caduti di via Fani. In questa ultima parte di Verso Sud  è tornato anche il progetto di formazione Controra, con i suoi  laboratori di ricerca basati sui principi dell’educazione emotiva e sensoriale (ultimo appuntamento di Controra è con Leggimi di Angela Malcangi  il 22 e 23 ottobre, presso la sede di Teatri Di.Versi info e iscrizioni al 338.4643132). L’edizione 2021 si chiuderà ufficialmente il 17 ottobre con una piccola festa finale, animata dalla musica dei ragazzi di Bembè Arti Musicali e Performative, a cui seguirà una jam session aperta a chiunque vorrà portare la sua musica e la sua energia. 

nn

«Verso Sud attraversa la nostra città in punta di piedi, avendone cura, prestando attenzione – dice l’assessore Beniamino Marcone – ne favorisce la ricerca di se stessa con la costante attenzione verso la poesia, l'arte iconografica, la musica, il sacro. Verso Sud ha nutrito lo spirito della nostra Città per dare forza al suo corpo. Un'edizione che chiude una sessione ma che ci riserverà ancora sorprese». A proposito di poesia, segnaliamo il successo dell’iniziativa “La cameriera di poesia a servizio della città”: per un mese, a partire dal 17 settembre, l’artista veneta Claudia Fabris è stata in residenza in piazza di Vagno, allestendo una stanza dove decine di persone si sono fatte massaggiare anima e corpo con la poesia: uno spazio intimo dove i cittadini sono stati accolti con cura, per trovare consolazione, commozione e ispirazione con la poesia.

nn

Verso Sud – La ferita, è stata l’edizione 2021 del progetto di arte pubblica e arti performative che si svolge dal 2015 a Corato, curato dall’associazione culturale Lavorare Stanca e diretto da Giuliano Maroccini e Luigi Piccarreta; un’esperienza artistica e di comunità che quest’anno si  è rinnovata e ha visto il sostegno di Regione Puglia e Comune di Corato e in collaborazione con Comune di Ruvo di Puglia, Masseria Cimadomo, Bembè Arti Musicali e Performative, Teatri Diversi, Mammachilegge, I piccoli chi, Centro ricerche per la biodiversità, Radicamenti, Lo scrigno di pandora (ferula ferita), Tutto in un abbraccio, IAC (Centro Arti Integrate Matera).

n

sabato 16 Ottobre 2021

(modifica il 3 Agosto 2022, 2:10)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti