Le videointerviste

Obbligo green pass: dal pubblico al privato, ecco com’è andato il primo giorno di controlli

La Redazione
close
Obbligo green pass: dal pubblico al privato
Abbiamo ascoltato anche la dottoressa Simona Campagna di Farmacia Friuli: «Questa mattina, fino alle 9, abbiamo già effettuato 5-6 tamponi»
6 commenti 3666

Oggi, 15 ottobre, è scattato l'obbligo di green pass per tutti i lavoratori della pubblica amministrazione e del settore privato. Per capire com'è andato il primo giorno di lavoro in città con l'entrata in vigore del provvedimento, abbiamo ascoltato – per quanto riguarda la pubblica amministrazione – Maria Enza Leone, dirigente comunale del II settore che si occupa anche della gestione del personale. In merito al settore privato, invece, sono due le aziende che hanno raccontato la loro esperienza: per la Fas ha parlato il responsabile del controllo gestione, Mauro Squeo, e per Forza Vitale, l'amministratore delegato Vito Cannillo. Già nei giorni scorsi Cannillo aveva annunciato di sostenere il costo tamponi per i dipendenti della sua azienda senza certificazione. A proposito di tamponi, abbiamo ascoltato la dottoressa Simona Campagna della Farmacia Friuli. Questa mattina c'è infatti stato un picco di prenotazioni per i test cui si sono dovuti sottoporre  i lavoratori non vaccinati. «Fino alle 9 – ha spiegato – abbiamo già effettuato 5-6 tamponi».

venerdì 15 Ottobre 2021

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
6 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Enzo
Enzo
8 mesi fa

Il discorso del sig. Cannillo non fa una piega… anni luce avanti!

saponeta
saponeta
8 mesi fa

e come volete che vada? andrà tutto in ordine, se vi fate i vaccini. altrimenti attaccatevi al tram. e mi sembra pure logico e giusto. a chi mette a rischio il suo lavoro, solo per fare una battaglia contro i mulini a vento vorrei consigliare di rivedere la sua (insensata) posizione. questa contro la pandemia è una guerra. e può darsi che ce ne saranno altre in futuro, ormai il mondo è malato, inutile negarlo. e come si sa, in una guerra, chi si astiene dalla lotta … è un gran figlio di …marmotta, che mette in percolo se stesso, il suo lavoro, i suoi colleghi, la sua famiglia, i suoi amici solo per cosa? per stare a sentire quattro caproni che si sono laureati alla scuola radio elettra??? incredibile …

Michele
Michele
8 mesi fa

Sig. Cannillo tutta la vita……. Sono poche anzi pochissime le aziende emancipate come la sua, il suo pensiero nobilita l'intelligenza umana e mette le basi per un sicuro successo imprenditoriale, davvero tanti tanti complimenti.

Mario 62
Mario 62
8 mesi fa

Non è pagando il tampone che impedisce i collaboratori di rimanere a casa il tampone può dimostrare che in quel momento non hai infezioni con il vaccino sei più protetto . Immagino che almeno i titolari di queste aziende siano vaccinati .

Ss
Ss
8 mesi fa

Ma quanto siete moralisti.Ma vi sentite fottere nei confronti di chi non lo ha fatto?Parlatentanto,in questo caso scrivete,ma alla fine vedere i comportamenti di tutti e’davvero deplorevole!Quindi vaccinati e non statv cit.E mettete le mascherine Sopra i
buchi del naso!Pensate a comportarvi bene

Ba Pep da corato
Ba Pep da corato
8 mesi fa

Vaccinatevi gente vaccinatevi non cacatevi sotto .chi e in buona salute può vaccinarsi