Attualità

Centri estivi per minori, il Comune lancia l’avviso pubblico

La Redazione
La somma disponibile per l'attuazione dell'iniziativa è di 124.448,29 euro ed è finanziata con risorse provenienti dal fondo per le Politiche della Famiglia
scrivi un commento 1926

«La pandemia ha costretto bambini e ragazzi a passare troppo tempo in casa, soprattutto fra smartphone e tablet. È l'ora di tornare a riprendersi i luoghi della socialità, di giocare negli spazi aperti e fare sport, di agganciare tutte le opportunità educative e culturali che il nostro territorio è in grado di offrire» dichiara l'assessore alle Politiche sociali, Felice Addario. «Promuovere centri estivi va in questa direzione, ma è anche utile perché invita le diverse organizzazioni del territorio a rilanciare il proprio ruolo sociale nel momento in cui maggiormente si sente l'esigenza di riannodare i fili delle nostre comunità»

È stato pubblicato oggi, sul sito del Comune di Corato, l'avviso pubblico per candidare proposte progettuali di centri estivi rivolti a minori d’età compresa tra i 3 e i 14 anni da realizzarsi all’interno del territorio comunale (attività educative, ludico-ricreative e sportive alla presenza di operatori in spazi per l’infanzia, scuole, oratori, ludoteche, centri per famiglie, impianti sportivi, ecc.).

I soggetti promotori di centri estivi sono dunque invitati a presentare la propria proposta progettuale per accedere ad un duplice sostegno economico concesso dall’amministrazione comunale: un contributo fisso per adeguare i centri estivi alle norme sanitarie anti Covid; un contributo variabile per ciascun minore coinvolto nelle attività del Centro Estivo risultato ammesso nella graduatoria dei destinatari. La somma disponibile per l’attuazione dell’iniziativa è di 124.448,29 euro ed è finanziata con risorse provenienti dal fondo per le Politiche della famiglia.

Il bando rappresenta un’opportunità per più aspetti. Da un lato si configura come una misura di sostegno alla conciliazione vita-lavoro dei genitori, con particolare attenzione per le famiglie più vulnerabili residenti nel Comune di Corato, nonché alla gestione diurna dei figli ricompresi nella fascia di età 3-14 anni. Dall’altro, permette di rafforzare le attività estive diurne del territorio che rappresentano un’importante opportunità di apprendimento, di divertimento e di esercizio di espressione, oltre che costituire un valido strumento di integrazione sociale e di supporto educativo.

Possono presentare una proposta progettuale le organizzazioni che rientrano tra le seguenti categorie giuridiche: cooperativa sociale; associazione di promozione sociale; Organizzazione di volontariato; Ente ecclesiastico/parrocchia/oratorio; associazione sportiva dilettantistica; altro tipo di soggetto, anche pubblico o di impresa che perseguano ordinariamente finalità educative, ricreative, sportive e socio-culturali in favore di minori. I soggetti devono inoltre essere in possesso di un’esperienza di almeno un anno (acquisita negli ultimi tre anni) oppure dotati di un coordinatore pedagogico con un'esperienza di almeno due anni (acquisita negli ultimi cinque anni) nel campo dei centri estivi, rilevabile dal curriculum.

Il contributo previsto dal Comune di Corato si compone di una quota fissa di 500 euro per l’adeguamento dei centri estivi alle prescrizioni Covid 19 la cui attività si svolga nel periodo compreso tra il 21 giugno e il 30 settembre una quota variabile, calcolata sulla base del numero dei posti messi a disposizione per i minori i cui nuclei familiari presteranno istanza all'amministrazione comunale.

Il Comune riconoscerà quindi ad ogni centro estivo un contributo pari a: 50 euro a settimana per ciascun minore, di 70 euro a settimana per ciascun minore disabile o con bisogni speciali educativi (BES) e di 90 euro a settimana per ciascun minore con disabilità grave (art. 3, comma 3, L. 104/1992), fino ad un massimo di 8 settimane.

Ai fini del contributo, lo stesso è previsto per i minori appartenenti a nuclei familiari con Isee edatto nell’anno 2021 non superiore a 20mila euro, elevato a 30mila in caso di minori con disabilità. Nel caso le risorse disponibili non fossero sufficienti, si privilegerà l’accesso alle famiglie con Isee più basso.

L'Avviso pubblico completo e gli allegati da presentare sono disponibili a questo link. Gli interessati potranno presentare domanda entro le 12 del 26 giugno, trasmettendo il proprio progetto, unicamente utilizzando i modelli 1 e 2 allegati all’indirizzo PEC servizi.sociali@pec.comune.corato.ba.it riportando in oggetto la dicitura “Avviso Pubblico Centri Estivi 2021”

venerdì 18 Giugno 2021

(modifica il 23 Marzo 2022, 10:43)

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti