Attualità

Rifacimento strade e marciapiedi: dalla Regione un milione di euro per Corato

La Redazione
La somma fa parte dei cento milioni di euro stanziati dalla Regione per sistemare strade e marciapiedi di tutti i 257 Comuni pugliesi
11 commenti 1520

Cento milioni di euro per sistemare strade e marciapiedi di tutti i 257 Comuni pugliesi «per la più grande operazione di manutenzione e cura di bellezza delle nostre comunità nella storia regionale». Così il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha definito il programma regionale straordinario elaborato e proposto dal vicepresidente e assessore regionale al Bilancio e alle Infrastrutture, Raffaele Piemontese, e posto all’ordine del giorno della Giunta regionale convocata per oggi.

I 100 milioni di euro sono stati ripartiti integrando due criteri oggettivi ponderati: il numero di abitanti al 1° gennaio 2020 ha pesato per il 55%, la superficie territoriale comunale per il 45%. Le amministrazioni comunali saranno le stazioni appaltanti. Per Corato la somma stanziata è di 1.051.526,41 euro.

«Sappiamo, come faremo con il Recovery fund, che dobbiamo lavorare insieme, che Regione e Comuni sono due facce della stessa medaglia» ha detto Emiliano. «La Regione Puglia utilizza la sua disponibilità di cassa per consentire ai Comuni di fare immediatamente dei lavori indispensabili non solo per il decoro ma anche soprattutto per la sicurezza. La rete stradale italiana soffre per la mancata manutenzione ordinaria e straordinaria determinata da un ciclo almeno ventennale di risorse che lo Stato ha smesso di trasferire ai Comuni», ha osservato Emiliano, evidenziando che «questo atto che sembra solo amministrativo è, invece, fortemente politico: nel momento in cui Regioni e Comuni si apprestamo a spendere in fretta e bene le risorse del Recovery Fund, noi inauguriamo la fase di ripartenza nazionale e europea con questo segnale di vicinanza ai Comuni su un tema come la manutenzione delle strade che, per i primi cittadini, è fonte di continua preoccupazione. Ringrazio l'Anci la per collaborazione che ci ha dato, la Puglia si potrà presentare più bella, ordinata ma anche più sicura. Con la consapevolezza che i Comuni si sentano sempre sostenuti dalla Regione, noi non vi molleremo mai perché i Comuni sono l'anima dell'Italia».

«Abbiamo deciso di chiamarlo "Strada per Strada" per dare il senso di un’azione capillare e popolare che, da Accadia, in provincia di Foggia, a Zollino, in provincia di Lecce, da Bari che è la città più popolosa a Celle di San Vito che è il paese con meno abitanti, consentirà a tutti i pugliesi di beneficiare dei 100 milioni di euro stanziati dal bilancio autonomo regionale per vedere rifatte strade, marciapiedi e piazze» ha detto Piemontese, sottolineando che «potendocelo permettere, data la virtuosità del bilancio regionale, mobilitiamo un investimento sulla qualità della vita che si tradurrà in cantieri e, quindi, in lavoro, per il prossimo anno e mezzo. Cominciamo dalle città – ha aggiunto Piemontese -, dai luoghi dove tutti noi, ogni giorno, abbiamo esperienza di cosa significa una buca che danneggia i cerchioni della nostra auto o un marciapiede rotto che provoca la caduta di un’anziana signora, per non parlare delle conseguenze più gravi di incidenti causati dall’insicurezza del manto stradale».

 Alla conferenza di stamattina, oltre al direttore del Dipartimento Bilancio e Infrastrutture Lino Albanese e al dirigente della Sezione Lavori Pubblici Raffaele Landinetti, era presente anche il presidente della sezione pugliese dell’Associazione nazionale Comuni italiani e sindaco di Polignano a Mare, Domenico Vitto, che ha ringraziato la Regione Puglia per «il più importante cantiere allestito in un settore su cui noi Comuni possiamo, con queste risorse, finalmente recuperare una boccata di ossigeno: per una città media, poter disporre di un portafoglio di 300-400 mila euro per la manutenzione delle proprie strade, è un fatto davvero straordinario».

Il ciclo di opere sulle strade comunali che la Regione Puglia vuole innescare si concluderà entro la fine del prossimo anno. A partire dalla pubblicazione dell’Avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia, i Comuni avranno 5 mesi di tempo per presentare uno o più progetti che, a pena di inammissibilità, siano esecutivi, quindi immediatamente cantierabili. Dall’ammissione al contributo regionale, avranno 6 mesi per indire le gare e aprire i cantieri e successivi altri 6 mesi per completare i lavori e rendicontare le spese alla Regione. All’inizio dei lavori, la Regione Puglia trasferirà ai Comuni il 70 per cento delle risorse riconosciute, il restante 30% sarà trasferito alla conclusione.

«Abbiamo previsto procedure semplificate, burocrazia zero e piena trasparenza anche attraverso una piattaforma pubblica on line con cui tutti i cittadini potranno seguire l’andamento di questo grande cantiere che attraverserà tutta la Puglia», ha sottolineato il vicepresidente Piemontese. 

«Ora tocca ai sindaci cogliere questa opportunità unica – ha concluso il presidente Emiliano – mettersi al lavoro per elaborare progetti subito cantierizzabili e far funzionare bene e in modo trasparente questo complesso sistema di appalti e lavori pubblici a vantaggio dei cittadini, delle imprese e degli operai coinvolti in questo grande programma straordinario».

mercoledì 16 Giugno 2021

(modifica il 23 Marzo 2022, 10:44)

Notifiche
Notifica di
guest
11 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
nerdrum
nerdrum
1 anno fa

500.000 euro + 3 geometri per l'ufficio tecnico sarebbe stato meglio.

franco
franco
1 anno fa

ora tocca ai sindaci e non solo ad essi….

Ciccio Bino
Ciccio Bino
1 anno fa

Speriamo che i lavori arrivano anche a via Sant’Elia che ci sono delle voragini per colpa di un grande albero ???? che quando si cade ve’ a frnesc ritt ritt i’nd alla farmaciiii ????????????????

Aldo
Aldo
1 anno fa

990.000,00€ di compensi a tecnici, supervisori, supervisori dei supervisori, marche da bollo, etc etc 10.000,00€ per un po' di bitume a riempire le buche che dopo qualche ora si svuotano di nuovo… Sempre che effettivamente sti soldi arrivino nelle casse … Ah, e se poi è troppo 10.000,00€, togliamo un po' di soldi per iniziative strappa curiosità tipo “Corato si tinge di indaco” o fucsia che fa tanto fashion…

Artù
Artù
1 anno fa

Si mangiaaaa

GINO
GINO
1 anno fa

Che questo milione di euro viene consumato in maniera seria. Caro Sindaco sorvegliare è la parola d'ordine, sono soldi di contribuenti , è lei è tutore. Occhio.

Nico
Nico
1 anno fa

Chiedo scusa…..se dovesse avanzare un po' di bitume ricordatevi di fare un rattoppo in via Sant'Elia 151/b fa pietà il manto stradale di fronte al cancello di ingresso.

Rox
Rox
1 anno fa

Speriamo che si ricordino di sistemare tutte le strade che si trovano tra via s.Vito e via Spirito Santo che da anni ormai sono dissestate come le strade di campagna…

Angelo R.
Angelo R.
1 anno fa

Chissà quali buche saranno risanate…,…….

Christian Di Bartolomeo
Christian Di Bartolomeo
1 anno fa

Io vorrei fare un appello sulla situazione disastrosa delle strade di Corato, le strade a Corato sono piene di buche, la situazione è che noi a Corato abbiamo tante buche e per questo le macchine dei cittadini se le prendono male o quant'altro si deve andare dal meccanico e pagare, se succede di nuovo devi riandare e pagare, così andando a sprecare in sacco di soldi alla volta, io sono consapevole che il Comune di Corato con questo Sindaco ha migliorato delle cose il cui mi congratulo di come hanno migliorato delle situazioni a Corato tipo il sottopassaggio della linea ferroviaria, la contribuzione per aggiungere il secondo binario per la linea ferroviaria Bari nord, il cui hanno contribuito anche gli altri paesi da cui passa la linea ferroviaria.

tonico
tonico
1 anno fa

Staremo a vedere come finisce sempre che quei soldi non prendano un'altra “strada”