Attualità

Incontro tra Comune e Sanb, attivato un piano straordinario di pulizia e decoro della città

La Redazione
Tra i vari interventi previsti, particolare attenzione verrà riservata al centro storico, al cimitero e alle aiuole pubbliche
7 commenti 1465

Nella mattinata di ieri, su iniziativa del sindaco De Benedittis, si sono incontrati, oltre allo stesso sindaco, l’amministrazione comunale coi suoi assessori e il dirigente all’ambiente Di Bari con i vertici della Sanb, l’amministratore unico Nicola Roberto Toscano e il direttore generale Salvatore Mastrorillo.

«L’incontro – fa sapere il Comune in una nota – è servito a prendere piena consapevolezza di alcune criticità emerse specie nelle ultime settimane nelle condizioni generali e di alcune aree in particolare della città, verificandone le ragioni e soprattutto mettendo a punto i rimedi urgenti da attuare speditamente. Il risultato è stata la condivisione di una vera e propria terapia d’urto per la città di Corato che, con l’approssimarsi dell’estate, ha visto, sin dalle prime ore di questa mattina una serie di interventi di potenziamento e di efficientamento del servizio, fortemente voluto da sindaco e assessori, in stretta sinergia con un rinnovato impulso alla sorveglianza e ai controlli contro alcune prassi e comportamenti degli utenti che hanno contribuito a vanificare gli sforzi già compiuti da Comune e Sanb negli ultimi mesi».

Tra i vari interventi anche straordinari previsti, particolare attenzione verrà riservata al centro storico, al cimitero e alle aiuole pubbliche. Più in generale si è convenuto di procedere, tra gli altri, all’esecuzione di un intervento capillare di pulizia di centro storico, cimitero e aiuole pubbliche e, progressivamente, di tutto il centro abitato finalizzato a superare eventuali carenze; è stato attivato un servizio serale di mantenimento nei luoghi della movida; sarà verificato e adeguamento il parco cestini del centro storico; verranno lavate le zone maggiormente soggette a imbrattamento del centro storico limitatamente al periodo estivo e autunnale.

Saranno adottati strumenti e misure integrate di sensibilizzazione e di controllo relativamente ai comportamenti scorretti di alcuni utenti al fine di superare alcune criticità puntuali (conferimento di sacchetti nei cestini stradali, conferimento di sacchetti fuori fascia oraria o fuori specifica, accumulo di sacchetti nei pressi dei carrellati destinati alle utenze non domestiche). Tale azione sarà condotta in stretta collaborazione con la polizia locale, sarà prevista un'attività di promozione di iniziative finalizzate a collaborare con associazioni o gruppi di volontari che intendono contribuire al mantenimento del decoro urbano attraverso piccoli interventi e/o sorveglianza delle aree.

«Al fine di verificare gli effetti di tutte le azioni messe in atto – conclude il Comune – tutti i partecipanti all'incontro hanno espresso la volontà congiunta di una più stretta e continua interlocuzione oltre a momenti di monitoraggio puntuale. Lo sforzo congiunto è quello di conseguire in breve tempo (pochi giorni) livelli di pulizia e decoro in linea con gli obiettivi del servizio, le attese dei cittadini e la determinata richiesta degli amministratori comunali».

giovedì 27 Maggio 2021

(modifica il 23 Marzo 2022, 12:21)

Notifiche
Notifica di
guest
7 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Stefania
Stefania
1 anno fa

Ma è troppo chiedere all’Amministrazione di radere al suolo le aiuole intorno all’extramurale?E costringere i pedoni ad attraversare dalle aiuole.???La maggior parte di coloro che attraversano,hanno il capo chinato a guardare il telefonino.Poi se ammazziamo qualcuno abbiamo torto noi che siamo in auto.Con tutte le conseguenze di improvvise frenate!Il decoro ,parte innanzitutto da ridipingere le strisce pedonali e ripeto educare le persone a usarle!Grazie.Spero che questa mia richiesta venga accolta e abbia un proseguo felice per tutti.

Domenico LOIODICE
Domenico LOIODICE
1 anno fa

Intervenite lungo le due bretelle che corrono accanto il po te di Via Castel del Monte… tagliate la vegetazione spontanea: in primis per ragioni di igiene, visto che si annidano colonie di topi, in secundis perché la vegetazione è talmente cresciuta da aver invaso per quasi un metro la carteggiata.

Antonio57
Antonio57
1 anno fa

Oltre alla nostra inciviltà, con la deposizione di rifiuti di ogni genere dive capita e degli escrementi di cani non raccolte dai loro padroni, ma si sa, chi è un rifiuto non si raccoglie da solo, come mai non è stata programmata la disinfezione e disinfestazione contro mosche e zanzare come è avvenuto fino a qualche anno fa? Almeno per diminuirne la quantità…

Ctarricone
Ctarricone
1 anno fa

Ma non è mai venuta in mente una campagna capillare di sensibilizzazione della intera cittadinanza, invitandola a mantenere e rispettare il decoro della propria città come fosse casa propria? Una prima campagna, una seconda e poi multe senza pietà!

catall
catall
1 anno fa

ogni forma di reato a danno dell'ambiente, di qualunque entità, dovrebbe avere due tipologie di pena: bonifica dell'area a cura e spese del lurido di turno o in alternativa il carcere.
tutto questo con l'ausilio di telecamere installate nei punti critici tipo strade di periferia e centro storico.

fc
fc
1 anno fa

Prima l'Asipu, adesso la Sanb hanno serie responsabilità sullo stato del servizio di raccolta e pulizia della città, non basta cambiare i nomi delle società se poi nella governance ci sono sempre le stesse persone. Poi, parlare di città è e rimane eccessivamente riduttivo; e la periferia? e i rifiuti abbandonati e mai raccolti nei viali di campagna? Che pur nella riduzione della Tari il servizio è zero? L'importante è parlare del Parco dell'Alta Murgia con i rifiuti che stanno ai piedi del parco.

Stefania
Stefania
1 anno fa

Esatto,i semafori non sono sincronizzati.D’assurdo passare con il verde e trovare i pedoni che attraversano la strada e magari devo inchiodatemi per farli passare.Ma che razza di sicurezza è questa.