Politica

Consiglio comunale, approvati tutti i punti all’ordine del giorno

La Redazione
Il pubblico non è ammesso, ma è assicurata la diretta streaming a cura del Comune, trasmessa anche sulla pagina Facebook di CoratoLive.it. Sul nostro portale anche la diretta testuale
2 commenti 1365

Oggi alle 9.30 si torna nella sala consiliare di Palazzo di città per una seduta straordinaria, convocata d'urgenza, del consiglio comunale. Il 7 maggio scorso, com''è noto, è stato approvato il bilancio di previsione. Come avvenuto sinora, l'assemblea si svolge in presenza, nel rispetto delle misure anticontagio. Il pubblico non è ammesso, ma è assicurata la diretta streaming a cura del Comune, trasmessa anche sulla pagina Facebook di CoratoLive.it. Sul nostro portale anche la diretta testuale.

I punti all'ordine del giorno

1. Lgs. n. 50/2016 – Prima modifica del Programma Triennale dei Lavori Pubblici 2021-2023 ed Elenco Annuale 2021.

2. Rideterminazione del compenso base annuale di ciascun componente il Collegio dei Revisori dei Conti del Comune di Corato per il triennio 2019-2022, in base alle disposizioni di cui al D.M. 21 dicembre 2018.

3. Prima variazione al Bilancio di Previsione 2021/2023 annualità 2023 a seguito di modifica Programma Triennale dei Lavori Pubblici 2021/2023.

La diretta video

La diretta testuale

Ore 10.05. Al via il consiglio comunale. Assenti Diaferia, Perrone, Mastrodonato e Pisicchio. Tornano in aula, negativizzati dal Covid, il sindaco De Benedittis, il vicesindaco Marcone e Antonella De Benedittis.

Ore 10.08. Il sindaco esprime la sua gratitudine per la vicinanza di tutte le forze politiche. «Il mio appello alla città è di essere responsabili perché il virus continua a girare». Stesso appello e stesso ringraziamento da parte del vicesindaco Marcone, anche lui colpito dal Covid e ora guarito.

Ore 10.13. Vito Bovino saluta il ritorno in aula di chi è ritornato in aula dopo il Covid. Presentate alcune domande "preliminari", tra cui la situazione del verde. A seguire interviene Mascoli che propone un momento di raccoglimento per Battiato. 

Ore 10.18. Salerno: Su un suo post ha definito inguardabile la recinzione delle tombe di San Magno. Lei ha potuto passeggiare in luoghi che le precedenti amministrazioni hanno reso comunali e non ha dovuto chiedere il permesso a privati. Quella recinzione fatta in quel modo ci è stata imposta da altri enti. Quando scrive sui social le ricordo che scrive come rappresentante della città.

Ore 10.24. Sinisi a Bovino: sul verde pubblico, l'intervento sulla siepe dell'extramurale è stata una messa in sicurezza. Ci saranno ulteriori interventi. Sugli interventi nella sede della polizia municipale verranno terminati a breve. Sulle sagome a via Lama di Grazia, è stata sollecitata la Ferrotramviaria. Sulla fermata all'ospedale: è stata cancellata per difficoltà di manovra dei mezzi. La ditta fornitrice del servizio si è resa disponibile a ripristinarla.

Ore 10.30. Sindaco De Benedittis a Bovino, sulla siepe dell'extramurale: è ormai vecchia, l'abbiamo messa in sicurezza e i lavori continueranno. Successivamente ripenseremo l'intero extramurale. Poi ha spiegato come molte urgenze (potature, decoro urbano, illuminazione che salta) siano state ereditate a causa di una mancata manutenzione negli anni passati. Sul verde pubblico: appaltati tutti i lavori, dobbiamo articolare una gara d'appalto più complessa in modo tale da assicurare manutenzione 365 giorni all'anno. A Salerno, sulle dichiarazioni delle tombe di San Magno: ne ho visti siti archeologici ma recinzioni così non ne ho mai viste. Il sito archeologico va ripensato. Deve essere sentito come proprio dai nostri concittadini. Chiudo sul ponte di via Castel del Monte. Un mese e mezzo fa fatta una potatura non invasiva per permettere l'impollinazione, verrà fatto, se serve, un ulteriore intervento. 

Ore 10.56. Bovino a De Benedittis. Basta guardare al passato e cerchiamo di trovare soluzioni concrete, per il dolmen facciamo rete con gli altri comuni, per le tombe sedetevi con il parco. Ci sono problemi seri a Corato, ora è il momento di fare, anche scelte coraggiose. La Malcangi propone un minuto di silenzio per le vittime del Covid all'inizio di ogni consiglio comunale. Si apre un ampio dibattito sul tema.

Ore 11.20. Si discute il punto 1. Lgs. n. 50/2016 – Prima modifica del Programma Triennale dei Lavori Pubblici 2021-2023 ed Elenco Annuale 2021.

Ore 11.22. Salerno (Direzione Corato): Noi l'altra volta abbiamo tirato fuori una pregiudiziale. L'abbiamo fatto davvero con spirito di collaborazione. Siamo rimasti in aula per il dup proprio perché ritenevamo che fosse necessario discuterlo e siamo usciti subito dopo – non per mettere il bastone tra le ruote come avete scritto voi – ma perché ritenevamo illegittima la procedura. Questa volta non usciremo dall'aula ma non voteremo i tre provvedimenti, staccando la scheda per la votazione. Scelta condivisa anche dalla consigliera Valente (Udc) e dal consigliere Vito Bovino (Nuova Umanità). Entrambi si sono complimentati comunque con Sinisi per il lavoro svolto.

Ore 11.31. D'Introno (Pd): mi rammarica che l'opposizione non voti. La consigliera del Pd ribadisce la validità della procedura. Botta e risposta tra Salerno e D'Introno sulla questione legata all'approvazione del dup contestualmente al bilancio di previsione.

Ore 11.36. Vicesindaco Marcone: questa opportunità che vogliamo cogliere – quella di accogliere un finanziamento – è di dare importanza al mondo della scuola. Assessore Addario: Questo bando costituisce una grossa opportunità per la nostra città in quanto va a toccare le infrastrutture. Rispetto al centro polifunzionale dei servizi alle famiglie, sarà uno spazio più grande come luogo di aggregazione sociale e con tutta una serie di servizi. Non esiste una cosa simile a Corato. Abbiamo anche costruito un piano decennale di gestione in poco tempo.

Ore 11.54. Arsale: chiedo alla minoranza di tornare sui suoi passi e votare. Salerno ribadisce la sua posizione. 

Ore 12.01. De Benedittis, sono rimasto molto amareggiato di quanto accaduto la scorsa volta, soprattutto per l'abbandono dell'aula del centrodestra. Abbandonare l'aula è come abbandonare la città. Voi non votate un finanziamento di 6 milioni destinato alla città. Abbiamo approvato il bilancio di previsione in tempo di record e non approvarlo avrebbe comportato un ritardo inaccettabile. I documenti di dup e bilancio sono stati depositati il 14 aprile, in tempo congruo per lo studio della minoranza. Si parla di lesione di diritti del consiglio comunale ma gli emendamenti proposti sono stati discussi e votati. Noi stiamo lavorando: abbiamo avuto un finanziamento per le strade rurali, uno per rifare piazza Buonarroti. Questo è il pragmatismo dell'amministrazione De Benedittis.

Ore 12.23. Malcangi (Sud al centro). Considerata l'importanza delle due opere, noi voteremo sì.

Ore 12.24. Salerno (Direzione Corato). Al sindaco: c'erano tutti i tempi per una discussione politica su dup e bilancio. Noi non ce la sentiamo di essere definiti responsabili di voler bloccare il bilancio.

Ore 12.27. V. Bovino (Nuova umanità), al sindaco. Non possiamo sentirci dire di essere d'intralcio. Qui manca la partecipazione, quando volete dite che il Comune è la casa di tutti, altre volte non ci interpellate. 

Ore 12.36.  Si vota il primo punto. Salerno, Bucci, Valente, Vito e Michele Bovino si astengono. 15 i voti favorevoli, compreso quello – già annunciato – di Malcangi. 

Ore 12.40. Si discute il punto 2. Rideterminazione del compenso base annuale di ciascun componente il Collegio dei Revisori dei Conti del Comune di Corato per il triennio 2019-2022, in base alle disposizioni di cui al D.M. 21 dicembre 2018.

Ore 12.53. Salerno: in un nostro emendamento avevamo chiesto di destinare una piccola somma alle attività in difficoltà a causa del covid, emendamento che è stato rigettato. Beh, si poteva aspettare a inserire in consiglio l'adeguamento economico dei componenti del Collegio dei  revisori. Lo capiamo, perché anche noi siamo professionisti ma si poteva aspettare. Sul ristoro ai commercianti risponde D'Imperio: ricordo a Salerno che noi non possiamo dare ristori, il contributo sarebbe stato appena di 40 euro a testa e ci stiamo organizzando per un discorso di programmazione. Muggeo: in questa fase non possiamo più tergiversare.

Ore 13.07. V. Bovino: non sono d'accordo sull'aumento, il nostro ente non se lo può permettere, a maggior ragione se non è un obbligo. 

Ore 13.30. Dopo un lungo dibattito che ha toccato anche il tema del rilancio del commercio in città, si vota il punto 2. Punto approvato con 14 voti favorevoli e 6 contrari (tutta la minoranza).

Ore 13.31. Si vota il punto 3. Prima variazione al Bilancio di Previsione 2021/2023 annualità 2023 a seguito di modifica Programma Triennale dei Lavori Pubblici 2021/2023.  Punto approvato con 15 voti favorevoli e 2 contrari.

Ore 13.33. Si chiude il consiglio comunale.

 

mercoledì 19 Maggio 2021

(modifica il 23 Marzo 2022, 12:48)

Notifiche
Notifica di
guest
2 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Ricdomy
Ricdomy
1 anno fa

Ho ascoltato solo per un attimo la diretta, e sono rimasto senza parole….
Con tanti problemi seri, cose da fare urgenti e disorganizazzioni varie,…
LA preoccupazione del sindaco è dare la cittadinanza a Zaky. Scusate ma non riesco a trovare un nesso logico.(Non è razzismo o cose del genere )ma veramente ci fate?? La città di Corato è nella….. TOTALE…. Molti cittadini volontari devono fare lavori x paese x cercare di salvare il salvabile
Sig. SINDACO più fatti e meno parole… Basta con il dire che ogni cosa è causa di chi ha governato negli anni passati. Ci sono e saranno stati sicuramente degli errori /omissioni (dite come volete) ma oggi chi governa è lei(il passato bello o brutto è sempre passato)
Nella sua lunga campagna elettorale ha detto e sottolineato il CAMBIAMENTO.

Gigi Gusto
Gigi Gusto
1 anno fa

… il ponte di Via Castel del Monte caro Sindaco è di proprietà di Città Metropolitana che un mese fa ha sì potato gli alberi ma tralasciando tutto quanto c’era ancora da fare lungo le due bretelle di collegamento con le complanari. Lì sotto oltre alla invasione della carreggiata da parte degli arbusti c’è anche il problema topi abbondantemente segnalato. Nelle precedenti amministrazioni l’Asipu veniva incaricata e provvedeva a pulire, lo faccia fare anche lei. Inoltre di urgenze c’è ne sono tante fra di esse Via Francavilla da asfaltare, l’estramurale idem e i lampioni a led in città ecc. sono mesi che vi siete insediati ora muoviamoci!!!