Cronaca

​Calano i contagi, ma resta l’allerta: l’ospedale di Bisceglie​ resta struttura Covid

La Redazione
La Asl Bat: resta dedicato ai pazienti Covid l'intero ospedale di Bisceglie, struttura di riferimento anche per la città di Corato
scrivi un commento 1178

Una media di 200 ricoveri per pazienti Covid tra Bisceglie e Barletta, dati di positività costanti sul territorio e continui accessi al Pronto Soccorso per sospetti Covid (solo nella giornata del 12 maggio sono stati 14). «Una situazione di continua allerta – dice Alessandro Delle Donne, Commissario straordinario della Asl Bt – sulla base della quale la stessa Regione Puglia ci ha detto di mantenere invariati i posti letto Covid. Una scelta che condividiamo e che nasce dalla necessità di assistenza: bastano i numeri che monitoriamo più volte al giorno per comprendere che al momento non possiamo riconvertire i posti letto».

Resta quindi dedicato ai pazienti Covid l'intero ospedale di Bisceglie (struttura di riferimento anche per la città di Corato), mentre a Barletta sono Covid il pronto soccorso e le aree mediche: non si è mai fermata invece l'attività di assistenza di Oncologia, Ematologia, Medicina Nucleare, Radioterapia, Radiologia e, dopo un breve periodo di chiusura, anche Ostetricia e Ginecologia. 

«La riorganizzazione per emergenza della rete ospedaliera richiede grandi sacrifici da parte di tutti e sicuramente pazienza per i cittadini, ma è atto dovuto in pandemia. Il Covid continua a fare paura, i pazienti positivi hanno bisogno di assistenza così come hanno diritto di cura e assistenza tutte le altre patologie che continuano ad avere tutta la nostra attenzione – aggiunge Delle Donne – ci dispiace, e molto, leggere esponenti politici e rappresentanti sindacali attaccare il sistema sanitario su questo tema senza tener conto che in questo momento siamo ancora molto impegnati su tutti i fronti e abbiamo l'esigenza di garanzia nei confronti dei pazienti contagiati dal Covid, pur non tralasciando le altre patologie, che devono essere erogate in piena sicurezza dei percorsi clinici sia in favore dei pazienti che degli operatori stessi.

Da chi conosce il sistema in cui stiamo vivendo ormai da oltre un anno ci si aspetta conoscenza anche dei fenomeni che motivano le decisioni regionali da cui derivano quelle territoriali. I numeri della pandemia non sono da interpretare, sono punti fermi da quali abbiamo il dovere di partire per adeguare la nostra assistenza. L'ospedale di Andria, i reparti attivi di Barletta e tutti i servizi territoriali stanno lavorando senza sosta e senza fatica per garantire tutta l'assistenza richiesta dai cittadini».

venerdì 14 Maggio 2021

(modifica il 23 Marzo 2022, 12:51)

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti