Il bollettino della Regione

​Coronavirus: 1.203 nuovi casi con meno di 10mila tamponi. Tasso di positività al 12.5%

La Redazione
Sono stati registrati 19 decessi: 5 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 4 in provincia BAT, 6 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Lecce, 2 in provincia di Taranto
2 commenti 1201

Oggi, domenica 25 aprile, in Puglia sono stati registrati 9.617 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.203 casi positivi: 498 in provincia di Bari, 117 in provincia di Brindisi, 122 nella provincia BAT, 174 in provincia di Foggia, 166 in provincia di Lecce, 121 in provincia di Taranto, 1 caso di residente fuori regione, 4 casi di provincia di residenza non nota.

Sono stati registrati 19 decessi: 5 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 4 in provincia BAT, 6 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Lecce, 2 in provincia di Taranto.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 2.165.669 test; 174.226 sono i pazienti guariti; 49.271 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 229.181 così suddivisi: 88.596 nella provincia di Bari; 22.442 nella provincia BAT; 17.055 nella provincia di Brindisi; 41.446 nella provincia di Foggia; 22.525 nella Provincia di Lecce; 36.017 nella Provincia di Taranto; 744 attribuiti a residenti fuori regione; 356 provincia di residenza non nota.

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia odierno è disponibile qui.

domenica 25 Aprile 2021

(modifica il 23 Marzo 2022, 12:58)

Notifiche
Notifica di
guest
2 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Cataldo Ferrara
Cataldo Ferrara
1 anno fa

Si continua a comunicare i dati relativi ai tamponi e i relativi contagi (ancora molto alti), purtroppo si è capito che non è con la chiusura degli esercizi commerciali o i ristoranti che diminuiscono i numeri dei contagiati ma attraverso i comportamenti dei singoli che dovrebbero usare un minimo di senso civico, lo dovrebbero fare soprattutto per il bene dei propri famigliari. Ma questo non avviene, perché? Come mai questo autolesionismo? Possibile che non si è capito che non sono più controlli a fare diminuire i contagi ma i nostri comportamenti? Un minimo di sacrificio, tutti,e ne usciamo, altrimenti ci sarà un'altra zona rossa. Usiamo la testa e non la voglia di evadere a tutti i costi lo dobbiamo fare per il bene dei nostri cari

Sim
Sim
1 anno fa

Le zone a colori finiscono qui…tutti gialli poi bianchi…ad ottobre neri