Basket

La Matteotti lotta, ma stecca: al PalaLosito Mola passa 57-63

La Redazione
57-63 il finale di una gara che i ragazzi di Lerro, al suo debutto da head coach sulla panca coratina, non hanno saputo ribaltare nell'ultimo quarto, quando le energie sono venute meno
3 commenti 219

Al rientro sul parquet dopo quasi un mese di stop la Nuova Matteotti Corato non riesce a conquistare i due punti in palio e deve cedere al cospetto di un Mola bravo ad approfittare del momento no coratino ed autore di una buona prova, specie dal perimetro. 57-63 il finale di una gara che i ragazzi di Lerro, al suo debutto da head coach sulla panca coratina, non hanno saputo ribaltare nell'ultimo quarto, quando le energie sono venute meno.

Primo starting five coratino che vede il ritorno del "nuovo" acquisto Sabeckis, lanciato subito titolare assieme a Gatta, De Bartolo, Cicivè e Oluic. Proprio il gigante croato sigla i primi due punti ma il match si preannuncia subito complicato con gli ospiti che dopo 5 minuti con una schiacciata di Mirone siglano il primo break di vantaggio e costringono Corato al timeout (7-11). LA Matteotti reagisce e rimane in scia ad un match dai ritmi molto alti e dal punteggio elevato. Gli ospiti tirano con ottime percentuali ed il tempo si chiude con capitan Gatta che sulla sirena tiene i suoi in scia dopo un tentativo di fuga ospite (18-21 al 10')

Secondo quarto che si apre con Corato che prova a sua volta a scappar via infilando 7 punti consecutivi e portandosi sul 25-21 ma gli ospiti reagiscono. La bomba di Oluic porta avanti i locali prima che Mola trovi tre triple consecutive che la mandano a sua volta avanti all'intervallo 32-40.

Terzo periodo che comincia con le due squadre ancora a battagliare dal perimetro. Oluic (alla fine saranno 26 i punti per lui) prova a scuotere i suoi ma Mola è cinica dal perimetro e non si lascia travolgere da una Matteotti che via via esaurisce le energie e perde lucidità offensiva. Sabeckis prova con 4 punti consecutivi a non arrendersi ma i baresi chiudono il quarto sul 45-53.

Ultimo periodo con la Matteotti che non segna per oltre 5 minuti prima che capitan Gatta sblocchi il tabellone da quota 45 con una tripla (48-60). Le due squadre sbagliano tanto e Corato paga la stanchezza e i tanti giorni senza allenamento causa covid non riuscendo più, nonostante il forcing finale, a ribaltare il match e cedendo 57-63.

lunedì 19 Aprile 2021

(modifica il 23 Marzo 2022, 12:10)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
3 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Coach Carter
Coach Carter
1 anno fa

Lotta ? Una partita giocata malissimo dai “coratini” con tanta confusione in difesa e senza idee in attacco, lasciato esclusivamente alle iniziative personali, che come e' facile immaginare non portano da nessuna parte; al cospetto di un Mola ben messo in campo con le idee chiare su come difendere e attaccare….onore a loro…
Tanto da fare per il nuovo Coach su diversi punti, anche se a modesto parere di un tifoso qualsiasi, l'ex coach aveva creato una ottima macchina con una ottima difesa ben oleata;
era cosi necessario cambiare ?
Ai posteri l'ardua sentenza…..

Luca
Luca
1 anno fa

Infatti!!! Una partita giocata malissimo dai coratini, grande spirito di individualità, a dispetto di ciò che dovrebbe essere una squadra!
Anch'io effettivamente avevo visto una squadra nettamente più “amalgamata ” in mano all'allenatore precedente.
Perché cambiare poi, non si è capito, visto che si stavano avendo buoni risultati!
Mah

G.G.
G.G.
1 anno fa

Senza nulla togliere al nuovo coach, ma Verile era Verile e non si spiega in nessun modo il suo esonero….almeno per cio' che si vedeva sul campo….Esperienza, competenza e grinta da vendere…Credo che Coach Lerro avra' non poche difficolta' sia a livello tecnico che di gestione gruppo, pero' e' anche vero che prima o poi anche i giovani coach devono iniziare ad allenare in categorie senior, altrimenti l'esperienza come se la fanno? A parte il cambio non opportuno, comunque complimenti alla Societa' per il “coraggio di puntare su un Coach giovane e alla prima esperienza in una categoria che conta, e soprattutto coratino….solo una critica pero': l'innesto del nuovo straniero appare assolutamente sbagliato a detta di tanti addetti ai lavori che conoscono il giocatore! ci voleva proprio?