Cronaca

Commercianti, protesta a oltranza: saracinesche alzate contro le chiusure del governo

La Redazione
Commercianti
Sono circa una sessantina i commercianti che questa mattina hanno alzato le saracinesche dei propri negozi - senza ovviamente lavorare - e hanno esposto cartelli di protesta contro le restrizioni decretate del governo
6 commenti 3415

Lo avevano annunciato nella manifestazione di sabato scorso e oggi hanno mantenuto la promessa: sono circa una sessantina i commercianti che questa mattina hanno alzato le saracinesche dei propri negozi – senza ovviamente lavorare – e hanno esposto cartelli di protesta contro le restrizioni e le chiusure decretate del governo in seguito alla pandemia.

"Qui giace una partita Iva tradita dal Governo" si legge su un cartello. Poi ancora: "Abbandonati e uccisi dallo Stato", "L'uomo senza lavoro è niente" e "Caro Governo, non stiamo lavorando, stiamo pagando le tasse pur essendo non essenziale e non abbiamo più soldi per poter sopravvivere".

«Quella delle partite Iva è una protesta a oltranza» hanno detto i commercianti che due giorni fa scono scesi in piazza per spiegare i motivi della protesta: dai ristori, esigui, che arrivano a singhiozzo, alle chiusure inique protratte nel tempo, fino ai pagamenti dei contributi statali che continuano ad arrivare.

lunedì 12 Aprile 2021

(modifica il 23 Marzo 2022, 13:03)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
6 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Franco
Franco
1 anno fa

Ora voglio vedere i commenti di quelli che fanno i rigoristi con i soldi degli altri. Quelli che vogliono sempre maggiori restrizioni tanto la pensione gli arriva uguale.

Maria
Maria
1 anno fa

A cosa sono serviti tutti questi giorni di chiusura per queste attività? Sono diminuiti i contagi? Niente affatto…vuol dire che i contagi si sviluppano altrove: nelle case e locali privati, fuori dai bar, nei pressi della villa comunale (dove si trova di tutto e di più), etc…
Per non parlare della chiusura delle scuole superiori: chiuse da mesi e mesi per evitare i contagi, ma i ragazzi si ritrovano lo stesso in gruppi e senza mascherina
MAH….

Rosanna Prisco
Rosanna Prisco
1 anno fa

Ma si chiudiamo…. è poi i contagi salgono intanto la gente muore di fame

Filippo
Filippo
1 anno fa

Brava Maria!! Tutte queste chiusure sono servite solo a buttare più sul lastrico queste persone, che da inizio pandemia chiedono aiuto, al quale chi siede sulle poltrone ,ha fatto orecchie da mercante!
VERGOGNA

dina di
dina di
1 anno fa

Piena solidarietà a commercianti, artigiani, partite Iva rovinati da governanti incapaci, ai quali arriva regolarmente lo stipendio a fine mese

ALDO GRAMMATICA
ALDO GRAMMATICA
1 anno fa

Nel nostro piccolo, non compriamo dalle multinazionali (Amazon), non compriamo cibi che vengano consegnati da multinazionali (Deliveroo e simili), compriamo da commercianti nostri concittadini. Compriamo libri dalle nostre edicole, alimentiamo l'economia locale. Rendiamo la vita difficile a chi prenderà mazzette per regalare l'Italia alle economie straniere e delinquenziali