Cronaca

Arriva l’ordinanza di Emiliano: «Le scuole devono garantire la ddi a chi la richiede»

La Redazione
Tale scelta è esercitata una sola volta e per l'intero periodo di vigenza delle presenti disposizioni
16 commenti 5205

Il presidente della Regione Puglia ha emanato l’ordinanza numero 102 (clicca qui per consultare il testo completo) che dispone: con decorrenza dal 7 aprile e sino al 30 aprile l’attività didattica delle scuole di ogni ordine e grado si svolge in applicazione dell’articolo 2 del decreto-legge 1 aprile 2021 n.44 (Disposizioni urgenti per le attività scolastiche e didattiche delle scuole di ogni ordine e grado).

In applicazione della possibilità di deroga prevista nella seconda parte del comma 1 dell’articolo 2 del decreto-legge 1 aprile 2021 n.44, le istituzioni scolastiche della scuola primaria, della secondaria di primo grado, di secondo grado e CPIA devono garantire la didattica digitale integrata a tutti gli alunni le cui famiglie richiedano espressamente di adottarla, in luogo dell’attività in presenza. Tale scelta è esercitata una sola volta e per l’intero periodo di vigenza delle presenti disposizioni.

Eventuali successive istanze modificative della scelta già effettuata sono rimesse alla motivata valutazione del Dirigente scolastico. Ove il collegamento non possa essere garantito immediatamente, ogni singolo istituto, nell’ambito della propria autonomia organizzativa, deve ricercare ogni altra modalità utile a consentire comunque l’attivazione della didattica digitale integrata, agli studenti le cui famiglie ne facciano richiesta.

domenica 4 Aprile 2021

(modifica il 23 Marzo 2022, 13:04)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
16 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Aldo
Aldo
1 anno fa

Caro presidente Emiliano ma perché ti sforzi ad emanare queste ordinanze? Pur sapendo che il virus si diffonde tra i bambini, e il Giovanni XXIII ne è pieno, i genitori fremevano dalla voglia di abbandonare al loro destino i propri figli, nel nome dei traumi, del disadattamento, dei problemi vari ed eventuali alla psiche. Specie dopo aver trascorso la santa Pasqua in clausura, ognuno a casa sua solo soletto, rispettando le regole. La scuola, sig. Presidente, è si-cu-ra. Beh, ora vado a finire il processo di lobotomia che avevo sospeso per scrivere questo commento…

Restate a casa !!
Restate a casa !!
1 anno fa

Il problema non sono le scuole !! Sono
ragazzi e ragazzini che vagano senza motivo ben vestiti e senza mascherine a gruppetti !! Ma la colpa non è nemmeno la loro ma dei genitori ( incoscienti e senza istruzione)che non si chiedono dove vanno i propri figli in zona rossa !! Non vanno a scuola x evitare di contagiarsi e poi li trovi per strada come se niente fosse !!

Ss
Ss
1 anno fa

La scuola deve ricominciare tutta.Non si possono lasciare i ragazzi a casa.E’ora di finirla con questa storia.Ci saranno le varianti brasiliane che pare renderanno i vaccini Nulli.E cosa facciamo allora?Continiuamo con questo scempio?Bisogna convivere con il virus.Potenziare la sanita’,le forze dell’ordine e Bisognerebbe avere il coraggio di dire la verità che purtroppo non si dice.Nel mentre tutti si aggrappano ai vaccini.E’ora di riaprire tutto.Sta’a noi essere responsabili, magari essere coscienziosi e cercare di non mettere al mondo figli se si hanno difficoltà.Non credo questa storia finisca per ora.

Mario lupo
Mario lupo
1 anno fa

Tra governo e regioni si comprendono benissimo, fanno scaricabile e nessuno si assume la responsabilità, la cosa più comoda è chiudere le attività ( cambiano i suonatori ma la musica è la stessa).

luigi
luigi
1 anno fa

Sig. Aldo, spero che il suo processo di lobotomia, una volta terminato, dia i risultati sperati….

Luigi
Luigi
1 anno fa

Tutti devono garantire e fare ma lei Signor Emiliano cosa a garantito oltre alle chiusure? Chiacchiere quelle si

Maria P.
Maria P.
1 anno fa

È chiaro che Emiliano sta solo tentando di scaricare sulla scuola, senza prove epidemiologiche, la responsabilità del mancato contenimento dei contagi e le difficoltà del Piano vaccinale. Troppo comodo. Draghi deve impedirglielo. Non è il plenipotenziario di Puglia.

N.
N.
1 anno fa

La gente che parla e parla di tornare tutti a scuola,tutti aperti ecc… Sono proprio quelle persone,o almeno la stramaggioranza,che non rispettano le regole. Allora non prendetevela con Emilano,ma con quelle persone, che pur non avendo nessun motivo di uscire,e per giunta anche con la mascherina a modo collana,non rispetta il prossimo,non rispetta i bambini. Questo è il mio pensiero,e ciò che vedo dal mio balcone, l unico modo per prendere e far prendere aria e quando c è un po' di sole,anche ai miei figli. Perciò se non c è un bisogno vero e proprio, non parlate,ma state a casa,solo così Emiliano non potrà dare ordinanze.

Filippo
Filippo
1 anno fa

Scusate,ma l' ultimo decreto Draghi riguardo la scuola ,se non avevo letto male ,i governatori di regione, non potevano interferire!????

Maurizio
Maurizio
1 anno fa

Condivido in pieno il commento del signor Ss!
Bravo!!

Pino  Rana
Pino Rana
1 anno fa

Emiliano e' fatto in questo modo !! I pugliesi lo hanno riconfermato e lo devono sopportare per altri quattro anni !!

roberto
roberto
1 anno fa

Mi rivolgo al sig, SS: e' ovvio che ci si aggrappa ai vaccini; lei conosce unì'altro metodo efficace per poter ridurre mortalita', ricoveri e decorso grave della malattia? Non mi sembra che noi cittadini abbiamo dimostrato di essere in grado di limitare la circolazione del virus in maniera autonoma, bensi chiediamo controlli; convivere col virus significa combatterlo con le tecniche riconosciute valide dalla scienza, che noi non adottiamo; e' evidente che lei non ha avuto a che fare col virus da come parla della scuola; altrimenti avrebbe temuto per la sua salute; inoltre e' stato anche dimostrato come non e' semplice aprire le scuole in totale sicurezza, il virus ci entra comunque; mi rendo conto che per i bambini e' un totale sfacelo, ma e' anche vero che non c'e' sicurezza..

roberto
roberto
1 anno fa

Purtroppo e' vero, questa storia non finira' presto, ci vorra' molto tempo ancora, ci vorra' ancora tanta pazienza, e dobbiamo convincere sempre piu' gente ad adottare le misure di sicurezza in maniera efficace, richiamandoci l'uno con l'altro, sul lavoro, a scuola, nei negozi, ovunque…questo perche' molta gente non ha ancora capito bene con cosa abbiamo a che fare; convivere si, ma combattendo il virus, non facilitandogli la circolazione; intanto ci aggrappiamo ai vaccini: almeno protegge di sicuro da morte e forme gravi di contagio e di conseguenza alleggerisce la pressione sulla sanita' che ha gia' tanto da curare…quindi ben vengano

Ss
Ss
1 anno fa

Roberto.Grazie a Dio
Non ho avuto a che fare con il virus ma ho avuto un gravissimo problema di salute e per mia fortuna ho trovato un Solo posto libero in un reparto che non sto’qui a menzionare, a 200 km da Corato,fine agosto.Ospedali strapieni.Lei pensa che basti uno due richiamI per far sì che il virus
Si possa debellare?Usciranno altre varianti e ci si dovrà’ sempre fermare.Intanto l’economia non riparte,i ragazzi sono sempre
Più incattiviti,annoiati,depressi.Togliamo ai piccolini la gioia del gioco,della normalita’di essere bambini.Ma vi rendete conto.?Siete genitori?E assumetevi la responsabilità ancora più pressante di educare i vostri figli al nuovo mondo.E magari autogestitevi i come va’dicendo qualcuno………Personalmente voglio vivere normalmente anche con la mascherina

Ss
Ss
1 anno fa

Scusi N ma lei vive di aria?Reddito di cittadinanza,stipendio fine mese anche se non lavora?.Adesso davvero basta.Tempo fa’chiedevo il lockdown,per un mese come l’anno scorso,invece questa tiritera Delle zone che non ha portato a nulla,anzi tanti morti al giorno,ha stancato!Potrebbe essere che chi non vuole nulla aperto non e’in grado di sopperire a delle regole,delle privazioni.

Personalmente
adotto tutte le regole possibili e immaginabili,magari le potrei insegnare tanto sui comportamenti da adottare,soprattutto sull’alimentazione.Ma e’cosi difficile seguire delle regole?A casa SePuò’ ci rimanga pure,insegni ai suoi figli a non assumersi responsabilità’.Buona vita cara N..tenga a mente
che questa storia sara’per tanto tempo ancora.????Saluti

Rosanna Prisco
Rosanna Prisco
1 anno fa

Lo volete capire o no che la chiusura delle scuole nn c'entra nulla con gli aumenti dei contagi?due settimane sono state chiuse le scuole è i contagi nn sono diminuiti affatto quindi invece di incolpare mamme scuole ecc…facciamoci tutti un esame di coscienza i santi stanno in cielo