Attualità

Gli Stadio infiammano piazza Cesare Battisti: le foto del concerto

Giuseppe Cantatore
Giuseppe Cantatore
Quasi 10.000 persone hanno accolto il gruppo emiliano in un concerto di grande musica italiana
scrivi un commento 489

Quasi diecimila persone hanno riempito ieri sera piazza Cesare Battisti per l’atteso concerto degli Stadio, uno spettacolo che ha fatto cantare migliaia di persone giunte anche da fuori Corato per questo primo “evento” musicale dell’Estate Coratina.

rn

Prima del concerto, Gaetano Curreri, fondatore e autore di gran parte dei testi e delle musiche dei successi del gruppo emiliano, si è concesso alla stampa, in compagnia del Sindaco di Corato, Luigi Perrone.

rn

«Non è facile avere prima di un concerto i protagonistiha detto il Sindaco – e per questo ringrazio Gaetano Curreri e Deltaconcerti per averci dato la possibilità di conoscere meglio la storia di questo gruppo. Sono soddisfatto della scelta fatta con questi 3 eventi, perché l’interesse che sin dal primo concerto stiamo suscitando, sono convinto che la visibilità di una città, possa passare anche attraverso queste iniziative».

rn

La parola è passata a Gaetano Curreri che ha illustrato il loro ultimo lavoro discografico “Canzoni per parrucchiere tour”.
rn
rn«Questo nostro albumha detto il leader e portavoce degli Stadiosino ad ora ha venduto oltre 50.000 co-pie, conquistando il disco d’oro. Nel concerto di questa sera ripercorreremo gran parte della nostra storia musicale, nata 24 anni fa, e che continua a riscuotere grande successo. Questo nostro tour attuale, a differenza dei nostri ultimi tour, possiede un filo narrativo che lo caratterizza».

rn

Poi si è passati dalle parole alla musica, con oltre due ore di musica ininterrotta con i loro brani più amati dal folto pubblico, come “Chiedi chi erano i Beatles”, il cui testo è stato recentemente premiato a Lunezia come miglior testo musicale di poesia.
rn
rnEntusiasmo per “Un senso”, "Prima di partire per un lungo viaggio" e “Dimmi che non vuoi morire”, canzoni portati alla ribalta rispettivamente scritte da Gaetano Curreri insieme a Vasco Rossi e cantate dallo stesso Vasco, da Irene Grandi e Patti Pravo.
rn
rnAlla fine il saluto più bello lo ha dato dal palco lo stesso Gaetano Curreri che ha augurato a tutti i presenti di “essere felici”: con la loro musica sarà sicuramente più facile.

martedì 25 Luglio 2006

(modifica il 14 Luglio 2022, 7:21)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti